Corporate Finance

KNET Project accompagna la società Cliente nell’intraprendere azioni durature e sostenibili nel lungo periodo che contribuiscano ad aumentarne il valore nel tempo, garantendo un aumento di attrattività sul mercato tramite processi di integrazione aziendale, listing su mercati del debito e dell’equity pubblico, operazioni finanziarie straordinarie e strutturate, e percorsi di riposizionamento e rilancio.

Accompagnamento su processi di listing

SCENARIO

L’ultimo settennio ha visto l’inasprirsi delle condizioni di erogazione del credito bancario.

Il fenomeno del credit crunch ha assunto dimensioni rilevanti, complici da un lato le maggiori restrizioni dettate agli istituti di credito dagli accordi di Basilea e dall’altro lo stato di latente illiquidità del mercato e il conseguente peggioramento del merito creditizio di numerose organizzazioni nazionali. A partire dal 2012 la legislazione ha introdotto alcuni provvedimenti di governo innovativi, al fine di appoggiare le aziende intenzionate a diversificare le proprie fonti di finanziamento con un iter amministrativo notevolmente semplificato e una componente fiscale agevolata.

Si è deciso a livello pubblico di lavorare prioritariamente su due fronti: il mercato del debito, mediante il Programma Minibond e la contestuale quotazione su mercato ExtraMOT Pro, e quello dell’equity pubblico, tramite il Mercato Alternativo del Capitale (AIM Italia).

OBIETTIVO

Knet Project accompagna l’azienda Cliente nell’avvio di percorsi di crescita e sviluppo, alla luce di un costante deleveraging necessario per organizzazioni fortemente legate al canale di finanziamento bancario, grazie alla formalizzazione di un percorso di affiancamento al listing sui mercati.

Un accesso al mercato del debito o a quello dell’equity pubblico che permette di rivedere più efficacemente la struttura del capitale, ma che non può prescindere dalla formazione di una vera e propria cultura di massimizzazione continua del valore e delle performance, attraverso la definizione di una chiara ed esplicita strategia di medio/lungo termine, che preveda il miglioramento nel posizionamento competitivo di mercato.

APPROCCIO

Knet Project offre all’azienda Cliente la creazione di una struttura economica e finanziaria equilibrata, in grado di generare marginalità sul venduto crescenti e di garantire la massimizzazione dei flussi di cassa.

Insieme a manager e imprenditori, definisce le caratteristiche e le tempistiche dell’operazione di funding innovativo attraverso la quotazione sul mercato ExtraMOT Pro o su AIM Italia.

Come indipendent advisor, Knet Project si occupa anche di gestire i rapporti con tutti i soggetti coinvolti nel percorso di quotazione (studi legali, società di revisione, broker finanziario, società di investor relations e Borsa Italiana S.p.A.) e di provvedere alla redazione del documento di ammissione per gli investitori nazionali ed internazionali, della gestione del percorso di ammissione al mercato, e dei rapporti con i media per la comunicazione pervasiva dell’operazione di listing attraverso la pubblicazione di articoli su testate nazionali e l’organizzazione di roadshow.

Supporto su operazioni di acquisizione, fusione e cessione

SCENARIO

Qualunque azienda, all’interno del proprio ciclo di vita, arriva a valutare l’apertura del capitale a nuovi investitori o a considerare l’opportunità di aggregare nuovi business.

In un mercato sempre più saturo e complesso, ostile a crescite verticali, numerose organizzazioni hanno avviato percorsi di integrazione con altre società nel tentativo di proseguire un percorso di sviluppo: il mercato nazionale delle fusioni e acquisizioni vede annualmente centinaia di operazioni per un movimentato complessivo di circa 30 miliardi di euro, evidenziando come la crescita per integrazione sia diventata un’attività prioritaria per tutte le organizzazioni nazionali.

Tuttavia, il percorso di avvicinamento e di successiva formalizzazione dell’integrazione societaria è tutt’altro che agevole.

OBIETTIVO

La value proposition Knet Project parte da uno degli ostacoli principali all’integrazione: il pensare che un’operazione così straordinaria come l’acquisto di un’azienda, la cessione o la fusione tra organizzazioni distinte, possa essere gestita nello stesso modo in cui un’azienda viene gestita nel quotidiano.

Un affiancamento da parte di professionisti di grande esperienza è un’opportunità fondamentale, e consente alle organizzazioni direttamente coinvolte nel processo di non esporsi in prima persona, evitando così possibili azioni di disturbo da parte di concorrenti o reazioni inattese da parte del mercato.

APPROCCIO

Il percorso di accompagnamento Knet Project sviluppa per prima cosa una M&A strategy, un’indagine relativa al settore di operatività dell’azienda e al riconoscimento delle aree di forza e debolezza, per identificare possibili sinergie conseguibili mediante integrazione.

Vengono quindi definiti gli obiettivi dell’operazione, cosa si vuole ottenere e in quali tempi, e il profilo delle imprese target. Si effettua lo screening dei soggetti potenzialmente interessati tramite un network di conoscenze e relazioni, maturato negli anni da Knet Project, a fianco di operatori di settore primari quali associazioni, fondazioni, atenei, istituzioni del credito e società di gestione del risparmio.

Una volta presi i contatti con possibili soggetti target e definito il primo interesse, si procede alla stipula congiunta di un non-disclosure-agreeement al fine di tutelare ambo le parti in materia di riservatezza, per poi passare al processo di pre-valutazione e arrivare a una quantificazione preliminare prima di formalizzare la stipula congiunta di un memorandum of understanding.

Infine, Knet Project supporta gli imprenditori nel processo di due-diligence strategica, nella stipula congiunta della contrattualistica definitiva e nella formalizzazione di eventuali covenant e patti parasociali.

Gestione del riposizionamento e rilancio

SCENARIO

In un contesto economico fortemente globalizzato, dinamico e turbolento, sono emerse nuove criticità per tutte le organizzazioni che puntano a preservare la propria competitività sul mercato, di pari passo con nuove possibilità di riposizionamento e rilancio per aziende capaci di interpretare i segnali del mercato e rimettersi in gioco in funzione di questi ultimi.

Ciò nonostante, il turnaround di un’organizzazione resta ad oggi uno tra i processi di maggiore complessità, per competenze richieste, conoscenza trasversale di settori e impianti normativi eterogenei e per l’elevata numerosità di parti coinvolte nel processo. Tutti i portatori di interessi aziendali preservano i propri interessi rendendo – di fatto – il processo di turnaround una continua ricerca di un punto di equilibrio stabile e sostenibile.Ricerca che può divenire estenuante e distogliere imprenditori e manager dai loro reali compiti in azienda.

OBIETTIVO

L’esperienza di Knet Project ha rivelato come le cause dello shock economico-finanziario di un’organizzazione possano essere estremamente variegate.

Una gestione d’impresa autocratica, la mancanza di comunicazione interna, la difficoltà nel fidelizzare i propri collaboratori, il deterioramento del portafoglio clienti, la mancanza di un elemento distintivo nella propria proposizione di valore: sono tutti elementi che se lasciati maturare all’interno dell’organizzazione possono lentamente portare allo shock finanziario. Per evitare tutto ciò, l’azienda necessita di professionisti in grado di rilevare e arrestare da subito quanto lesivo per la società al fine di ripristinare l’economicità della struttura.

Knet Project supporta manager e imprenditori con l’obiettivo di garantire rapidamente il recupero della competitività sul mercato e, con essa, della marginalità sul venduto e della redditività, al fine di tornare ad uno stato di generazione di flussi di cassa positivi.

APPROCCIO

Knet Project sviluppa e propone linee guida in materia di cash conservation per garantire i più alti livelli di solvibilità, anche in condizioni di stress finanziario.

Analizza la redditività effettiva per singolo bene e servizio offerto sul mercato, al fine di comprendere quali attività interrompere e quali invece continuare ad esercitare, e supporta i processi di disinvestimento di asset aziendali ritenuti no-core, di riduzione della spesa e di sviluppo del circolante operativo, rivedendo le politiche di accounting non conformi ai principi contabili e alle raccomandazioni del legislatore. Al contempo, gestisce le comunicazioni con tutti i creditori societari, al fine di preservare al meglio il brand e la fiducia nell’azienda da parte del mercato, e sviluppa sistemi di controllo della gestione basati su indicatori di performance al fine di aumentare la produttività.

Offre inoltre supporto nel reperimento di nuovo capitale, sia esso di debito o equity, al fine di riequilibrare correttamente la struttura patrimoniale e garantire a proprietà, management e mercato un’efficace e sostenibile continuità aziendale.

I SERVIZI

I servizi proposti riguardano le seguenti cinque aree funzionali:

KNET INSIGHT & EVENTI

Registrati alla nostra Newsletter